I punti deboli di Windows 10


 

 I punti deboli di Windows 10

Negli articoli  Precedenti  sul sistema  operativo Windows 10 abbiamo analizzato i punti di forza, ora procederemo ad analizzare i punti deboli di questo sistema; anche se, come già ampiamente ribadito,  questa versione è nota per le sue funzionalità avanzate che necessitano di costanti aggiornamenti i quali possono, a volte, causare instabilità.

  • Necessita prudenza nel salvataggio dei dati dal momento che non si può mai sapere se, e quando, possano insorgere problemi
  • E’ più soggetto a di virus informatici, anche se in maniera più ridotta rispetto alle precedenti versioni dato che ha già in dotazione Windows Defender
  • Richiede costanti aggiornamenti di sistema, che sono obbligatori 
  • Causa problemi con vecchi driver soprattutto delle stampanti e con le reti di casa
  • Tutte queste nuove funzionalità fanno si che i pc datati ne risentano in prestazioni

Se dovesse capitare che i dati non sono più accessibili, è possibile utilizzare uno strumento per tentare il  recupero.

Per correggere questo problema si può utilizzare uno strumento appositamente creato da Windows Recoverit data recovery  fornito gratuitamente , dove è possibile il recupero dei dati persi. Per sicurezza è bene fare sempre il backup del sistema e dei file;  per tutto ciò che concerne il salvataggio dei dati, vi rimando ai nostri articoli precedenti  sul backup. 

E’ più soggetto a virus. anche se la versione 10 ha fornito gratuitamente Windows Defender.

Essendo un sistema aperto  è naturale che sia più soggetto ad attacchi di questo tipo. Nonostante questo un buon antivirus con la protezione per i dati di navigazione e password è consigliabile per poter arginare questo spiacevole fenomeno. Si tenga presente che un buon antivirus costa in media € 29,90 annue.

 

 Update

   Backup dei Dati

Richiede costanti aggiornamenti

Come è prevedibile per tutti quei sistemi nuovi in evoluzione e, come ribadito, non sono opzionali ma vanno fatti; anche se è possibile bloccarne l’automatismo.

Dal Pannello di Controllo si può aprire Windows Update  dalla sezione Sistema e sicurezza per vedere quali aggiornamenti sono disponibili in modo da poter scegliere di eseguire solo quelli obbligatori.

Premendo su Cambia impostazioni, si può disabilitare l’installazione automatica degli aggiornamenti ma non è consigliabile per quelli  obbligatori che a lungo andare, se non eseguiti, daranno problemi alle funzionalità del sistema.

Non vi è alcun modo di rimuovere tutti gli aggiornamenti in una volta a meno che non si utilizzi  il Ripristino di configurazione di sistema che riporta  Windows alla situazione precedente, senza gli aggiornamenti installati.
Questa procedura è consigliabile farla eseguire da esperti perché potrebbe causare ulteriori problemi, se non eseguita in maniera corretta.

Causa problemi con i vecchi driver.

Driver di stampanti ormai obsolete la cui casa madre non ha fornito driver aggiornati  con la versione 10, come per schede video e di rete.

La prima cosa da fare è sicuramente quella di vedere se esistono driver aggiornati per la versione di windows;  il tutto è possibile accedendo alla gestione dispositivi e aggiornare il driver, il alternativa si può disinstallare il driver che non funziona e  e provare a reinstallarlo; il pc cercherà la versione aggiornata 

I pc datati ne risentono in prestazione, va da se che  il pc debba essere velocizzato.

Per fare questo ci possono essere due soluzioni;  una mettendo un SSD dove caricare i software applicativi  un’altra è sicuramente la Pulizia del disco entrambe le soluzioni vanno effettuate con la consulenza e l’intervento di un tecnico specializzato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *